Donna di Acerra in manette: era latitante, ma faceva la badante in Veneto

cronaca acerraSi nascondeva in una villetta di Thiene, in provincia di Vicenza, e lavorava come badante. In realtà, la donna che conviveva con quattro persone ignare dei suoi trascorsi criminali, era una latitante e ricercata da oltre due anni perché ritenuta un personaggio di primo piano all’interno di un gruppo criminale dedito all’importazione di cocaina dal Sud America, soprattutto Ecuador. Droga destinata a foraggiare le piazze di spaccio partenopee, romane, fiorentine e torinesi. In manette Carmela Riemma, arrestata dal Gico della Guardia di finanza di Napoli. La donna era destinataria di un ordine di carcerazione emesso dalla procura partenopea nel 2015. Condannata con sentenza passata in giudicato – ricorda in una nota il procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli come riporta l’agenzia askanews – per traffico internazionale di stupefacenti e reati connessi, la donna dovrà scontare una pena di 21 anni e sei mesi di reclusione. Riemma, originaria di Acerra nel Napoletano, è stata un volto noto alle cronache locali in quanto ex giocatrice dell’Avellino calcio. Negli anni 2000, tuttavia, si era trasformata in una referente di numerose strutture delinquenziali soprattutto nell’ambito del narcotraffico.