Abbattimento Stadio Comunale Acerra, MoVimento 5 Stelle: “Scelta miope!”

stadio comunale acerraI simboli non solo semplicemente il punto di riferimento di una comunità: ne sono il cuore, le ossa, il cemento. E’ iniziata la demolizione dello Stadio Comunale! Nella nostra visione della città avevamo dato un chiaro indirizzo su come doveva essere orientato lo sport visto come educazione che permette di trasmettere, a chiunque lo pratichi, valori di lealtà, partecipazione, amicizia, impegno e responsabilità fondamentali per il mantenimento di una collettività democratica e civile. Gli spazi come questi, carenti nella nostra città, fungevano a questo scopo. Vero che la storia muta le proprie forme e Acerra deve essere destinata a crescere e con essa cambiare, ma non prevedere una struttura alternativa allo Stadio è da miopi.

Infatti, oltre alle palestre scolastiche, sul nostro territorio, mancano strutture per praticare sport, visto che la piscina comunale rischia di diventare una cattedrale nel deserto. A questo si aggiunge una grave negligenza politica che ha fatto in modo che non si richiedesse nessun intervento sul territorio in ambito sportivo in visione delle Universiadi del 2019 che coinvolgeranno tutto il territorio Campano! Ben conoscendo le gravi condizioni che vive il nostro territorio, soprattutto di matrice ambientale, ci viene anche da chiederci come mai per anni ci è stato detto che mancavano i soldi per le bonifiche ed adesso spuntano fuori per questo progetto; forse pensano che piantando due alberi si risolva la problematica ambientale!

Cesaro (FI): “Acerra, è crisi Montefibre! E De Luca resta in silenzio?”

montefibre acerra“Il silenzio calato sulla vertenza Montefibre di Acerra, un territorio fin troppo colpito dall’emergenza occupazionale, è diventato insostenibile. C’era un impegno assunto un anno fa dal governo regionale in occasione di un’audizione coi sindacati in Terza Commissione, ma da allora in poi il nulla, nonostante l’aggravarsi della situazione di crisi”. Lo afferma il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio Regionale della Campania, Armando Cesaro, che su questo tema ha presentato un’interrogazione a risposta immediata che sarà discussa lunedì prossimo. Nel documento il Capogruppo campano di Forza Italia chiede di sapere “se sono stati attivati, come promesso, gli interventi per la dichiarazione di stato di crisi complessa di tipo industriale dell’area acerrana, per la riapertura di un tavolo ad hoc presso il ministero dello Sviluppo Economico e per l’attuazione dei Contratti di Sviluppo”.

“Si tratta di azioni urgenti – spiega Cesaro come riportato da una nota stampa dell’agenzia Askanews -, necessarie a dare respiro ad oltre 350 lavoratori che rischiano a breve di finire in mezzo ad una strada, considerato che la Cassa integrazione è in imminente scadenza e alcuni impianti sono già in via di dismissione”. “Purtroppo, vista la totale assenza di risposte, lo scetticismo è d’obbligo ma, almeno per quanto ci riguarda, non esiteremo a mettere in campo tutte le azioni politiche e istituzionali possibili per portare utilmente a soluzione un caso che non può più attendere”, conclude Cesaro.