Acerra, giunta comunale a lavoro su abusivismo, lsu e viabilità

giunta lettieri acerraVigilia di Ferragosto a lavoro per la Giunta comunale di Acerra che, riunita dal Sindaco Raffaele Lettieri ha adottato tre provvedimenti importanti. Con delibera di Giunta n.16 del 14 agosto è stato approvato il quadro economico per i lavori di demolizione in danno di alcuni manufatti abusivi situati in via San Gioacchino, dando incarico al dirigente della VI Direzione di eseguire i lavori. Con successiva deliberazione la Giunta comunale ha approvato il miglioramento della fruibilità di piazza Castello e Piazzale Renella, infatti su proposta dell’assessore alla Polizia municipale e del Dirigente del Comando vigili è stata istituita la circolazione a senso unico su via Leonardo Da Vinci verso Piazza Castello, invertito il senso di marcia in via Radice e trasferiti gli stalli di sosta a pagamento da Piazzale Renella, divenuta ormai area pedonalizzata, in alcune strade prossime al Castello dei Conti di Acerra. Infine con delibera di Giunta n.18 del 14 agosto è stata affrontata la problematica dei lavoratori socialmente utili impegnati al Comune di Acerra, dando indirizzo ai Dirigenti competenti di avviare le procedure concorsuali per valutare l’idoneità al servizio appena sarà emanato il Decreto del Consiglio dei Ministri che definirà le risorse destinate agli Enti utilizzatori di lavoratori socialmente utili, per la contrattualizzazione degli stessi.

Pd: “Consorzio di Bonifica del Basso Volturno, il teatrino del sindaco di Acerra”

pd acerraLettieri “cresce” il pelo, ma non perde il vizio. Il Comune di Acerra, agli inizi di giugno, ha ricevuto dalla Società Campania Bonifiche, concessionaria della riscossione per il Consorzio di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno, un’ingiunzione di pagamento per un importo di oltre un milione di euro, per la precisione 1.103.088,94. Un’anonima e vuota determina dirigenziale ha affidato l’incarico legale per proporre opposizione davanti alla Commissione Tributaria, evitando però di indicare i motivi e le ragioni per le quali il Comune si oppone, ma soprattutto di precisare i motivi e le ragioni per le quali il Comune è stato chiamato a corrispondere questa imponente somma. L’Amministrazione comunale di Acerra per quali oscuri motivi sta coprendo il debito a carico della società Acquedotti scpa, gestore del servizio idrico e fognario della città?

In cinque anni, in realtà, Lettieri & Company non hanno neppure tentato di affrontare la questione della tassa del Consorzio del Basso Volturno. Si sono impegnati formalmente, a giugno del 2012, con una delibera di giunta ad esonerare i cittadini dal pagamento del tributo, almeno per i proprietari degli immobili ricadenti nel centro urbano. Nulla di tutto questo. Solo chiacchiere. La realtà è che i cittadini sono tartassati e continuano a pagare la bonifica a fronte della assoluta mancanza di interventi di pulizia e manutenzione dei canali e dei Regi Lagni, fonte di degrado e di pericolo come hanno drammaticamente dimostrato i devastanti incendi di questa estate. Prepariamoci, quindi, pure agli allagamenti d’autunno.